Comunicato Sc Villafranca

Mille come il numero dei partecipanti alla 14′ Edizione della Castagna Bike, Domenica 8 Ottobre, una cifra tonda che comunica tanto, ma non tutto. Proviamo Qui a mettere in fila le emozioni, le sorprese e le gioie di questi giorni e di questi mesi e a delineare la rotta per il futuro, non solo per la manifestazione ma per tutto il mondo della Mtb e della bicicletta in generale per la nostra Terra, la Lunigiana.
La scorsa edizione, quella del 2016, con 800 partecipanti, era stato il terzo raduno mtb più partecipato d’Italia, siamo curiosi di sapere dove si posizionerà questa edizione con i 1000 bikers, runners e camminatori che Domenica 8 Ottobre hanno invaso la Selva di Filetto, Villafranca Lunigiana e tutta la Lunigiana. Alla partenza la musica di DJ Rom e le parole di Bruno hanno dato a tutti la carica, ai circa 1oo runners e camminatori che hanno testato assieme a noi l’Edizione Zero della Castagna Trail che sempre più spazio avrà in futuro e i 900 bikers che si sono divertiti sui tre tracciati consolidati della Castagna Bike. Un emozione davvero unica, non solo per la fila interminabile che scorreva sotto l’arco della partenza, ma anche, e soprattutto, per la composizione del gruppo: uomini, donne, bambini, famiglie, campioni della MTB come Mirko Celestino, Tecnico della Nazionale Italiana e Testimonial Scott, e bikers alle prime armi. Bici “top di gamma”, Ebikes (davvero tante), Mtb più datate ma tirate a lucido per l’importante appuntamento e anche coraggiosi con bici da passeggio. Per tutti il giusto percorso, 25 – 35 – 45 km.Tracciati tirati a lucido, complice anche il meteo eccezionale della domenica e del giorno precedente.
Ma ciò che più ha catturato lo stupore dei partecipanti, provenienti da tante parti d’Italia, è stata la Meraviglia della Lunigiana che Domenica aveva indossato “l’abito delle feste”. Un meteo fantastico che ha regalato sentieri percorribili e con fondo “performante”, boschi dai numerosi colori, sottobosco ricco e verdeggiante, ulivi, viti, castagni, acque di torrenti, canali e del Fiume Magra. Tutto è stato perfetto: poco o nullo il traffico sui brevi tratti di strade asfaltate secondarie, invitanti i borghi attraversati come Caprio, Filattiera, Biglio, Filetto, animato dal Mercato antiquario e da sfilate di moda, perfetto il fondo e la scorrevolezza dei sentieri in discesa e del bellissimo single track finale, lungo più di 3 Km e definito da tutti come il tratto più bello dell’intera manifestazione.
CastagnaBike quest’anno è stata anche la partecipazione di tanti non ciclisti, primi fa tutti i corridori e camminatori della novità del percorso trail, poi gli accompagnatori e i curiosi che hanno affollato la Selva tra PicNic, raccolta di Castagne e la Castagnata. Come non mai si è vista la partecipazione di sponsor tecnici e non solo di importanza nazionale e internazionale, primo fra tutti Scott Italia che ha portato qui un grande spazio espositivo e il suo Testimonial Mirko Celestino, poi Kettler, Bergamont, Castelli, Banca Mediolanum. Ulteriori segnali di un evento che ha superato i confini locali.
Sempre da segnalare con grande piacere è la presenza, alla partenza, di tre fasce tricolore, i Sindaci di Villafranca Lunigiana, Filattiera e il Vice Sindaco di Bagnone hanno voluto salutare la partenza della CastagnaBike e con loro il Presidente Regionale della Federazione Ciclistica Italiana (FCI). Assieme a loro, gli organizzatori hanno sentito forte il sostegno di Regione Toscana, Toscana Promozione e Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano nel cui territorio passa parte dei percorsi. Il Parco inoltre era presente con il suo progetto di mobilità sostenibile ParcoBike, E-Mtb messe a disposizione dalle Guide di Sigeric Servizi per il Turismo che si sono unite alle tante E-mtb presenti, la nuova frontiera!! Perché anche questo è CastagnaBike, un laboratorio delle tendenze e della continua espansione del mercato delle Due Ruote.
Tutto è stato funzionale all’unico obiettivo che questa manifestazione ha fin dalla sua creazione: promuovere la Lunigiana come luogo perfetto per la pratica della Mtb e della bicicletta in generale. Riuscire a fare tutto questo ad Ottobre, al di fuori dell’alta stagione estiva, da ancora più soddisfazione e dimostra come sia possibile costruire grandi eventi e sviluppo turistico lungo tutto l’anno.
Dal giorno stesso della CastagnaBike è iniziata la pulizia e la sistemazione dei percorsi e già da oggi, Lunedì, si pensa alla nuova Edizione con Obiettivi ed Aspettative sempre più elevati pensando alle parole introduttive del Video Ufficiale 2017:

“Tra 20 anni saremo più delusi di quello che abbiamo sognato e non realizzato piuttosto che soddisfatti di quello che abbiamo portato a termine…” 

Tags:
About Author: Andrea Andreotti