La Centochilometri della Granocchia è la manifestazione simbolo di Valdombrone. Organizzata fin dalla prima edizione in collaborazione con la Proloco Paganico, giunge quest’anno all’ottava edizione con grandi ambizioni. Qualità e quantità degli scorsi anni saranno superate con un’edizione memorabile! Nata come dimostrazione dello spirito intrinseco dell’Associazione, la Centochilometri non è una corsa: non vince chi arriva primo o chi pedala più velocemente. Non vince nessuno o – volendo – vincono tutti. Vincono coloro che si godono una bella giornata passata a pedalare all’aria aperta lungo percorsi scelti con cura da chi conosce ogni metro delle nostre strade. Percorsi non brevi e non facili (a parte quello corto, di cui poi dirò meglio), che richiedono comunque preparazione e tecnica. Percorsi però proposti come esperienza di socialità e non invece come occasioni agonistiche. Si parte come e quando si vuole, entro un lasso orario piuttosto ampio. Si marcia in gruppo o da soli, secondo quello che si preferisce. Ci si aspetta oppure no. Non ci sono regole ulteriori a quelle che valgono per tutti gli utenti delle strade pubbliche, se non l’esigenza del tesseramento dei ciclisti (che ha ragioni in ultima analisi legate alle coperture assicurative) e quella della certificazione di idoneità medica.

Vincono quelli che si godono i percorsi e che si fermano a mangiare ai ristori: perché i ristori sono il meglio della Centochilometri. Curati dalla Proloco Paganico, che vi profonde l’eccellenza gastronomica per cui è ormai famosa (la sagra di Paganico, in settembre, è un appuntamento fisso per gli amanti del genere), i ristori offrono quello che serve allo sportivo per integrazione alimentare (sali, frutta secca, carboidrati), ma aggiungono quello che certi sportivi mai mangerebbero e che invece i partecipanti alla centochilometri divorano …come se non ci fosse un domani: pastasciutte, risi freddi, affettati, salcicce, panini vari, carne alla brace, alici sottopesto, trippa, fritto misto, ciambelloni, crostate, biscotti hanno fatto negli anni la loro acclamatissima apparizione sui tavoli apparecchiati lungo i percorsi della manifestazione. Al confronto degli approvvigionamenti per la Centochilometri, le provviste caricate su una nave da crociera sono il paniere di un pic-nic! La Centochilometri non è – dicevo – una corsa, ma non è neppure una smodata mangiata pantagruelica: tra un ristoro e l’altro restano comunque da coprire gli intervalli pedalando, secondo il percorso scelto, per cinquanta, cento, centotrenta o centosettanta chilometri.

Non è un’arte facile o scontata quella del cicloturista, che pedala duro, mangia pesante e si diverte pure. Per che cosa poi? Per niente, ovviamente. Ci sono dei premi per le società più numerose, è vero, ma non sono quelli che attirano i partecipanti. Il premio è quello di essere rientrati a Paganico per tempo è una bella doccia calda e un pranzo servito ai tavolini montati nel parco pubblico. Non un pranzo qualunque, beninteso, ma il pranzo della Centochilometri della Granocchia: una cosa che non si vede nemmeno alle blasonatissime granfondo nazionali: antipasto, primo casalingo, secondo di carni alla brace, contorni, dolce. E servizio al tavolo.

La Ciclistica Valdombrone, in collaborazione con  Proloco Paganico e con gli operatori che hanno risposto alle sollecitazioni di offerta, propone strutture alberghiere a prezzi convenzionati per tutti coloro che vorranno dormire a Paganico il giorno prima della centochilometri o — perchè no — passare qualche giorno nella nostra terra (per chi si trattiene, infiniti sono i percorsi ciclistici da provare: i valdombrini sono a disposizione per informazioni e per accompagnamento). Le strutture sono selezionate con attenzione alla qualità e al prezzo. Gli operatori sono impegnati ad assecondare gli orari dei ciclisti, che hanno bisogno di una colazione rinforzata in orario anticipato e devono poter tornare in camera nel pomeriggio (lated check-out); tutte offrono ricovero notturno per le bici, garage o parcheggio per auto; infine sono tutte vicine dal luogo della partenza ( max 1.5 km ).

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONSULTATE IL NOSTRO SITO ” www.valdombrone.com ” / la centochilometri / dove alloggiare / troverete tutte le offerte e i collegamenti delle strutture.
INFO
www.valdombrone.com – facebook: cento chilometri della granocchia – ciclisticavaldombrone@gmail.comISCRIZIONI
www.endu.net – iscrizioni@valdombrone.com

a.s.d.Ciclistica VALDOMBRONE

Tags:
About Author: "PIRATA"