Firenze. La cornice di partenza come lo scorso anno, il Piazzale Michelangelo, per la Gran Fondo di Firenze De Rosa, l’arrivo idem, il durissimo strappo di Via Salviati. Idem anche il meteo, anzi forse molto peggio dello scorso anno, che fu bagnato da una pioggia terrosa ma non intensa e fredda come in questa edizione. In molti sono stati costretti anche dopo pochi chilometri a ritirarsi, finendo nei vari bar per scaldarsi, o soccorsi dalla macchina organizzativa evitando il rischio di finire in ipotermia. Solamente quasi un centinaio di atleti sono riusciti a portare a compimento il percorso lungo di 134 chilometri che prevedeva l’ascesa alla Futa e al Giogo dove gli atleti hanno trovato anche la neve. Si prende la rivincita, dopo la Green Fondo Paolo Bettini a Pomarance, dove si era piazzato al secondo posto, Lorenzo Fanelli dell’Asd Team Mp Filtri che, va a vincere con il tempo di 3 ore 46 minuti e 49″, alla media di 35,45 km/h. Al secondo posto si piazza il vincitore della scorsa edizione, Marco Morrone della Cannondale Ag Cores Fsa, mentre sul terzo gradino del podio, è Giovanni Nucera del Team Promotech Procycling, quarta posizione per David Lombardi della Cyckeln team e quinto posto a Angelo Gencarello Asd Autoricambi Marrone. Con un ottimo quindicesimo posto assoluto, è Simona Parente del Team Isolmant Specialized ad aggiudicarsi la prova femminile su Stephanie Hoogveld e Maria Margherini. Completano in 726 atleti. la prova di 95 chilometri, anche loro se pur non affrontando la Futa e il Giogo, hanno patito ugualmente il freddo, oggi eroi “incoscienti” mossi da una grande passione. Ad aggiudicarsi la vittoria nel corto, è stato Marco Zumerle dell’FP Race Asd che, chiude la pèrova in 2 ore 33’09” alla media di 37,23 km/h, sul secondo gradino del podio finisce Andrea Pisetta della Biemme Garda Sport e al terzo posto, Matteo Cipriani dell’Infinity Cycling team. Prima tra le donne, Jessica Leonardi della Biemme Garda Sport, completano il podio Annalisa Fontanelli e Deborah Rosa.

Tags:
About Author: "PIRATA"