Pistoia. Obiettivamente, credo che la prima prova stagionale su strada del Giro Uisp 2018, non sia andata per il verso giusto. Non so se sia stato un bene, o un male, che al via c’erano meno di 60 iscritti. Fare “mea culpa” organizzativi, penso sia giusto e anche dovuto a tutti i partecipanti, in special modo a coloro che ahimè si sono scontrati con un auto, che preventivamente fatta fermare dalla scorta tecnica, ha deciso di re-immetersi in carreggiata durante il transito degli atleti. Il mio augurio va a Andrea Grandi del Gc Falaschi e Volodomyr Bileka della MT Bike Team 2001, gli atleti rimasti coinvolti nell’incidente.

Angolodelpirata

La manifestazione organizzata dall’Asd Nembo, in collaborazione con il comitato Uisp territoriale di Pistoia, nonostante gli sforzi prodotti, dalle scorte tecniche e dal personale a terra (che in parte è venuto a mancare senza alcun avviso) purtroppo ha dovuto fare i conti con il traffico cittadino, anche indisciplinato, che i parte non raccoglieva l’alt delle scorte tecniche e con qualche “barbone ubriaco” che ha interrotto la prima partenza a metà gara, cadendo a terra nel circuito di 4500 metri, con gara in transito. Solo dopo l’intervento delle forze dell’ordine, la gara ha potuto riprendere il via. La mancanza di personale a terra ha lasciato scoperto anche quel piccolo incrocio che avrebbe dovuto essere presidiato. Ma non si cercano scusanti, quando le cose non vanno per il verso giusto è bene domandarsi il perchè, quel che abbiamo fatto (e mi ci metto dentro anche io) NON E’ STATO SUFFICIENTE, che serva di lezione, c’è da fare, lavorare e meglio, ho gareggiato e conosco il pensiero di ognuno di voi!!!

Angolodelpirata

Tornando alla gara, questa si è svolta con 2 partenze, la prima con le categorie dagli M5 all’ M8 e Donne, al via alle ore 14,00, la seconda al termine della prima con le categorie dagli Elite Sport agli M4. La prima gara dopo i primi giri iniziali con gruppo compatto si vivacizza un pò, ci prova Vito Porciatti del Ciclosport Poggibonsi con Daniele Macchiaroli neoacquisto del Colonna Bike, poi anche Massimo Coppini del Gs Ramini, ma il gruppo controlla e chiude. Attivo anche Giuseppe Cafaro del Team Stefan che allunga in solitaria, successivamente su di lui si riporteranno Macchiaroli e Andrea Tafi dell’Asd Tricycle Colonna. A metà gara l’imprevisto, un barbone ubriaco cade nel tracciato di gara, obbligando la corsa ad una sospensione temporanea, annullando una fuga di 7 uomini. Ripresa la corsa, sono nuovamente 3 atleti ad andarsene in fuga, Andrea Tafi della Tricycle, Giuseppe Cafaro del Team Stefan e Andrea Panconi della Pistoiese Cicli Panconi, il gruppo dietro si spezza nel tentativo di inseguire i fuggitivi. I tre al comando arriveranno cosi al traguardo dove Andrea Tafi categoria M5 coglierà la prima vittoria per l’Asd Tricycle, su Giuseppe Cafaro del Team Stefan, terza piazza ma primo in categoria M6, Andrea Panconi della Cicli Panconi, seguiranno nell’ordine, Daniele Macchiaroli del Colonna Bike, Alberto Lamberti del Team Vallone, Carmine De Michele Sport Group, Massimo Coppini Gs Ramini, Moreno Vergamini  e Stefano Esposti del Garfagnana Team Cicli Mori, decimo ma primo in categoria M7, Franco Bensi del Team Stefan, in categoria M8 vittoria a Giovanni Bacci del Garfagnana Team Cicli Mori e unica donna al via Annalisa Frulli di Agliana Ciclismo.

Angolodelpirata

Nella seconda partenza, vari attacchi fin dalle prime battute di gara, ci prova Bileka Mt Bike Team insieme a Giuntoli Team Stefan a cui risponde Grandi della Falaschi e Rilli del CicloTeam San Ginese. Nei giri successivi nascerà la fuga buona con 8 atleti, questi Ravai Sport Group, Bugliani Infinty, Dema della Falaschi, Sansoni Sansoni Team, Stoppioni Ciclo Team San Ginese, Giordani Agliana Ciclismo, Bugiani Gs Ramini e Staccioli Team Stefan, staccato di pochi secondi Giuntoli del Team Stefan prova a ricongiungersi più indietro il resto del gruppo. Giunti circa a metà gara, la fuga resta in atto, Giuntoli desiste e ritorna in gruppo e successivamente l’incidente che lascerà la sola fuga in gara e qualche atleta staccato in corsa, mentre il grosso del gruppo, saggiamente decide di fermarsi. La direzione informata dell’incidente annulla i giri mancanti suonando la campanella al passaggio della fuga. In dirittura di arrivo un altra assurdità, la volata trova d’intralcio l’autoambulanza, sul rettilineo di arrivo un testa a testa tra Filippo Stoppioni del Ciclo Team San Ginese categoria M1 e Luca Staccioli del Team Stefan categoria M2, premia di un soffio Stoppioni su Staccioli, segue Giordani di Agliana Ciclismo,  Sansoni del Team Sansoni e Bugliani Infinity Cycling Team, sesto posto a Maurizio Ravai dello Sport Group, coglie la vittoria in categoria M4, segue Demma della Falaschi, Bugiani del Gs Ramini e al nono posto Rico Fanti del Team Tredici Bike, vincerà in categoria Elite Sport chiude al decimo posto Peverini di Agliana Ciclismo.

Tags:
About Author: "PIRATA"