fonte Uisp Ciclismo Grosseto classifiche by SDAM

Santo Stefano (GR). Spettacolo, emozioni e lacrime. Lo spettacolo e le emozioni sono quelle della Granfondo dell’Argentario, che ha vissuto una straordinaria tredicesima edizione con 1.050 partecipanti che hanno colorato per una lunga mattinata il Promontorio.  Le lacrime sono quelle di gioia di Cristiano Taliani, il vincitore, e quelle di rabbia di Federico Rispoli, che non è riuscito a bissare in casa il trionfo del 2017 e all’arrivo è giunto maledicendo la sfortuna, per poi congratularsi con l’avversario.

Duello atteso e di grandissima qualità, quello tra Taliani e Rispoli, che dopo aver dominato sulle strade della Maremma anche il campionato d’inverno mountain bike Uisp sono protagonisti fin da subito in testa al gigantesco gruppo di partecipanti, partiti sul lungomare con il via dato dal sindaco Claudio Borghini. Un duello vissuto al massimo, in ogni senso: Taliani cade a cinque chilometri dal traguardo e arriva con un braccio sanguinante, a Rispoli salta la catena tre volte, ma nel finale l’attacco del corridore di Piancastagnaio è decisivo. “Ci tenevo troppo a fare un grande risultato – esulta Taliani, già vincitore nel 2016 – stavo bene, ma in salita non riuscivo a fare la differenza, sono andato via proprio in discesa, che di solito è il mio punto debole”. Dopo essere sempre stato battuto da Rispoli durante l’inverno Taliani si vendica proprio nel giorno più importante: “E’ un percorso molto più lungo, so che su queste distanze posso fare la differenza”. Dietro il portacolori del New Bike 2008 Racing Team un deluso Rispoli: “Peccato, qui a casa ho sempre sfortuna – commenta il corridore del Gc Monte Argentario, organizzatore della manifestazione sotto l’egida Uisp – ci ho provato fino alla fine, ma purtroppo è andata così. Onore comunque a Cristiano che è andato davvero fortissimo “.

A completare un podio davvero eccellente l’ex professionista Alfredo Balloni, che ha lottato fino all’arrivo con i due migliori. “In cima alla salita sono andato un po’ in difficoltà – spiega l’alfiere del Vo2 Cycling Lab – in discesa li ho persi, ma nel finale mi sono ripreso e sono riuscito a rientrare. Un terzo posto dietro Taliani e Rispoli ci sta, sono andato molto forte”. Tra i maremmani ottimo l’altro santostefanese Claudio Fanciulli, ottavo: “Non sto attraversando un grande momento – afferma il portacolori del Marathon Bike – per quella che era la condizione penso di aver fatto il massimo. Ci riproverò in futuro”. Grande soddisfazione, ovviamente, per il Gruppo Ciclistico Monte Argentario. “Un po’ ci ha aiutato anche il meteo – esulta il presidente Maurizio Rosi –  è stata davvero una bellissima edizione. Ogni anno diciamo che è l’ultimo, ma poi riprendiamo i remi in mano e ricominciamo a vogare, bello vedere che il nostro impegno è apprezzato”.

CLASSIFICHE by SDAM

Tags:
About Author: "PIRATA"